Come si diventa Interior Designer?

Negli ultimi anni ha avuto un crescente successo il lavoro di Interior Designer, anche grazie al fatto che si tratta di un lavoro per cui è possibile ottenere conoscenze pratiche grazie a corsi online. Uno dei motivi per cui l’Interior Design ha avuto così tanto successo è grazie alla sempre maggiore diffusione dello smart working, con la conseguente necessità di ricavare uno spazio dedicato al lavoro nell’ambiente domestico.

Chi è l’Interior Designer

Come facilmente intuibile dal nome, l’interior designer è colui che si occupa del design degli interni di abitazioni, uffici, negozi o altri ambienti, come le strutture ricettive. Il suo scopo principale è unire la funzionalità degli ambienti al design, sia esso contemporaneo o meno.

Al centro del suo lavoro si trova la costante ricerca di un rapporto naturale e armonico fra l’ambiente da arredare e coloro che lo andranno ad abitare. Un Interior Designer può collaborare con:

  • privati
  • uffici o aziende
  • strutture recettive come bar, ristoranti o hotel
  • punti vendita o spazi espositivi

Indipendentemente dai vari ambienti da arredare, un Interior Designer deve svolgere diverse attività nello stesso tempo:

  • Ascoltare le esigenze dei clienti, in modo da comprendere le necessità e i desideri dei clienti, per poi interpretarle con il suo gusto personale
  • Progettare gli spazi nel dettaglio, in modo da ottimizzare la superficie a disposizione, tenendo in considerazione di impianti, pilastri, tubature ecc.
  • Disegnare arredi su misura, che spesso si rivelano essere polifunzionali, vale a dire che possono essere contemporaneamente contenitivi, decorativi o divisori;
  • Ideare uno stile personalizzato, in modo da garantire un tocco di unicità agli spazi e agli elementi che rifletta sia i desideri dell’abitante che la creatività del professionista.

Come si fa a diventare interior designer?

Partiamo da una precisazione importante: non è necessario conseguire una laurea magistrale in Architettura. Per quanto sia indubbiamente un corso di laurea in grado di fornire ottime nozioni tepriche, non è obbligatorio essere architetti per diventare Interior Designer. Anche chi esce dalla facoltà di Architettura con la laurea in tasca infatti deve frequentare un corso di formazione che lo indirizzi al meglio in questa nuova professione.

Quanto guadagna un designer d’interni?

Dato che molti Interior Designer lavorano da liberi professionisti è difficile definire uno stipendio certo, mentre è più facile per coloro che vengono assunti come dipendenti in aziende e centri di arredamento. In linea di massima, i dipendenti appena assunti iniziano a percepire uno stipendio lordo annuo che va dai 15 mila ai 20 mila euro a salire. Secondo il contratto stipulato c’è la possibilità di far aumentare tale cifra con gli anni di anzianità o con i bonus aziendali.

Quali sono i migliori corsi online di interior design?

Dopo aver visionato diversi corsi su diverse piattaforme online, ne abbiamo selezionati alcuni che sono i migliori secondo il nostro metro di giudizio, dato sia dall’importanza dell’ente formatore sia dal supporto ricevuto in fase di svolgimento del corso.

1. Corso di Interior Design dell’Accademia Telematica Europea 

Il Corso di Interior Design ATE è un corso completamente online con docenti in presenza accreditato in tutta Europa ma anche a livello Internazionale. Utile per chi lavora o non può spostarsi da casa e desidera un corso flessibile in orari calati sulle proprie necessità lavorative. Accreditato dalle più importanti associazioni di categoria questo particolare corso di interior design è molto avanzato e fornisce numerose abilità tecniche necessarie allo svolgimento del lavoro di designer. È uno dei corsi online di interior design più professionali e di alta qualità. Si può frequentare il corso sia in modalità intensiva, frequentando i 10 moduli e le varie esercitazioni in circa 24 settimane, oppure arrivare a completare il ciclo di studi in un anno, approfittando del fatto che non sono presenti limiti di tempo per terminare il corso.

Sulla testata specialistica Interiorissimi si possono leggere alcune delle  interviste di coloro che sono arrivati all’attestato finale di Interior Designer, e ha pubblicato i suoi primi lavori. Uno dei pregi di questo corso infatti è che vi garantisce, al termine degli studi, visibilità e contatti con clienti attraverso interviste, contest e partecipazioni a concorsi di progettazione. Si inizia a lavorare da subito con clienti veri. 

2. Corso Triennale di Moda e Design Industriale indirizzo Moda dell’Università San Raffaele di Roma 

Questo corso di Laurea Triennale organizzato dall’Università San Raffaele di Roma permette numerose specializzazioni, nei settori della moda e del design, caratterizzati da crescente complessità tecnologica e organizzativa e una sempre crescente competitività. Tra questi anche quella di progettista di interni in grado di integrare gli aspetti stilistici, formali, funzionali e tecnologici in relazione a specifici bisogni.

3. Corso di Interior Design dello IED – Istituto Europeo di Design

Lo IED offre molti corsi accademici professionali tra cui quello di interior design che possono richiedere fino a 3 anni.  Questo corso si concentra sulla decorazione d’interni. Offre una panoramica di come l’interior design può essere pratico e funzionale ma esteticamente gradevole.

Bonus. Corso di Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design.

Interessante il corso in Giornalismo dell’architettura e dell’Interior Design, (per giornalisti iscritti all’albo) finalizzato  alla preparazione di figure professionali nel settore della comunicazione tradizionale e del mondo digitale come gli uffici stampa web delle riviste professionali e delle aziende del settore del design. Durante le 40 lezioni del corso, completabili in circa 3 mesi, si apprendono nozioni base come la teoria del colore, la progettazione di interni e gli stili di arredo.